"Il colore del vetro" recensito sul Corriere della sera

Il demone del dubbio affligge la Giustizia

II dubbio è il vero demone della Giustizia. Solo una linea sottilissima divide  in molti processi il un verdetto di condanna da uno di assoluzione. Basta poco perché l'ago della bilancia si sposti da una parte all'altra.
Quando tutte le prove sono state raccolte, quando l'impianto accusatorio sembra compatto come l'acciaio, senza alcuna incrinatura, o quando ogni indizio porta dritto all'innocenza dell' imputato, anche allora, silenziosamente, il tarlo del dubbio non smette di corrodere la coscienza.
La «raggelante ombra dell'errore giudiziario», come lo definisce nel suo romanzo d'esordio, «Il colore del vetro», Francesco Caringella, Consigliere di Stato dal 1997, già commissario di polizia e magistrato penale al Tribunale di Milano. Il titolo, tratto da un pensiero di Duque de Rivas, delinea una verità che riguarda la vita oltre che le inchieste giudiziarie: «Tutto dipende dal colore del vetro attraverso cui si guarda. Se un giudice sceglie il vetro o il colore sbagliato la verità diventa inafferrabile». [...]


Scarica la scansione con la recensione

Tag: CaringellarecensioneromanzoIl colore del vetro
Accademia Juris Diritto Per Concorsi s.r.l. Unipersonale - P.I.: 06494910729
Registrato il 20.10.2006, presso il Tribunale di Bari al numero 57 - copyright 2006 - 2018