Concorso Corte dei conti - Tracce estratte prove scritte 20, 21, 23 e 26 ottobre 2015

26 ottobre 2015 Tema di Contabilità pubblica, scienza delle finanze e diritto finanziario

 
Regole, divieti e deroghe nell'utilizzazione di strumenti finanziari derivati da parte di enti pubblici e loro contabilizzazione. Tutele e responsabilità nel caso di loro violazione.
 
23 ottobre 2015 Tema di Diritto Amministrativo
La tutela del legittimo affidamento rispetto all'esercizio della funzione amministrativa, legislativa e giurisdizionale: fondamento giuridico ed ambito di applicazione.
 
21 ottobre 2015 Prova pratica
Nella relazione sulle risultanze del controllo sulla tipologia delle coperture finanziarie e sulle tecniche di quantificazione degli oneri delle Leggi regionali pubblicate nell’anno 2014, la sezione regionale ha sinteticamente messo in evidenza, con riguardo al quadro regolamentare, che
1) la legge regionale prescrive che i progetti di legge che comportano nuove e maggiori spese ovvero diminuzioni di entrate sono corredati da una relazione tecnica sulla quantificazione degli oneri recati e sulle relative coperture
2) il relativo Regolamento richiede la presentazione della relazione tecnico-finanziaria solamente di norma
3) lo stesso Regolamento prevede l’obbligo della relazione tecnica per emendamenti o subemendamenti che comportino nuove o maggiori spese o riduzione di entrate, con sospensione della decisione da parte del Consiglio regionale e formulazione del parere da parte della Commissione bilancio e programmazione.
La specifica attività di analisi delle modalità di copertura e tecniche di quantificazione degli oneri si è svolta con riguardo alle seguenti leggi regionali.
 
L.R. 1/2014 - Legge organica in materia di tutela e valorizzazione delle foreste, dei pascoli e del patrimonio arboreo regionale.
La legge regionale definisce, in modo organico, il ruolo della Regione in materia di tutela e valorizzazione dell’ambiente. Il testo di legge definitivamente approvato dal Consiglio è privo di scheda tecnica e differisce, avuto riguardo all’impatto finanziario, da quello inizialmente presentato e successivamente modificato in virtù di emendamento comportante effetti finanziari..
Le disposizioni passibili di comportare ricadute di carattere finanziario derivano dall’attribuzione di funzioni alle strutture regionali anche costituendo Convenzioni, Commissioni e gruppi di lavoro. Agli oneri dichiarati derivanti dalla Convenzione (quantificati in euro 1.800.000), la norma finanziaria prevede che si faccia fronte attraverso aumento di entrata proveniente da recupero di evasione fiscale.
Agli oneri dichiarati legati al funzionamento della Commissione tecnico—consultiva (quantificati in euro 800.000) è previsto che si provveda nell’ambito della somma annualmente assegnata alla Direzione regionale competente per materia, quale quota parte dello stanziamento di cui al capitolo denominato “Spese per il funzionamento, gettoni di presenza, indennità di missione e trasferta e rimborso spese al personale regionale ed estraneo, di consigli, comitati, collegi e commissioni” dello stato di previsione della spesa del bilancio 2014. Non sono previste clausole di salvaguardia.
 
L.R. 10/2014 – Interventi normativi in materia di governo del territorio
La legge prevede nuovi interventi di edilizia residenziale al fine di consentire l’acquisto del bene casa tramite riscatto, con patto di futura vendita degli alloggi ATER, o di alloggi di nuova costruzione tramite una modalità di rateizzazione del prezzo di acquisto, denominato mutuo sociale. Nell’ambito degli interventi di edilizia “sovvenzionata per mutuo sociale” sono previsti anche interventi di nuova costruzione di alloggi realizzati, al fine di calmierare i costi, su terreni nelle disponibilità degli enti pubblici e attuati, in forma diretta, dalla direzione regionale competente in materia di piani e programmi di edilizia residenziale. La Giunta regionale determina annualmente l’ammontare della risorse finanziarie da destinare alla costruzione di nuovi alloggi di edilizia sovvenzionata per mutuo sociale e all’acquisto degli alloggi delle ATER.
L’importo del mutuo sociale è pari al costo totale sostenuto per la realizzazione dell’alloggio di nuova costruzione di edilizia “sovvenzionata per mutuo sociale”, o pari al prezzo complessivo richiesto dall’ATER per l’acquisto. In entrambi i casi la cessione della proprietà avviene con il pagamento dell’ultimo rateo di riscatto. La Regione è garante per la concessione del mutuo sociale, direttamente attraverso specifiche convenzioni con le banche tesoriere od altri istituti di crediti.
Alla legge non sono attribuiti oneri e, in considerazione di ciò, la stessa non risulta corredata da relazione tecnica. La legge non reca clausola di neutralità finanziaria.
 
L.R. 6/2014 – “Legge quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere”
L’impianto della legge sulla parità e contro le discriminazioni di genere segue un approccio metodologico organico e trasversale per la programmazione e la definizione di tutte le politiche pubbliche, volto a sviluppare correttivi paritari ovvero azioni positive efficaci rispetto all’obiettivo di rimuovere gli ostacoli alla parità tuttora esistenti. La relazione tecnica rinvia per la quantificazione alle risorse indicate nel bilancio di previsione 2014 e pluriennale 2014-2016.
 
L.R. 7/2014 – “Legge Finanziaria regionale adottata in coincidenza con l’approvazione della legge di assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014 e del bilancio pluriennale 2014-2016”
Nell’ambito delle scelte politiche già delineate nel bilancio di previsione per il 2014, i principali interventi finanziari previsti riguardano: sanità (40 milioni di uro per ammortamenti non sterilizzati relativi agli anni 2001.2011, 14 milioni per l’erogazione di prestazioni anche aggiuntive rispetto ai Livelli Essenziali di Assistenza e 6 milioni per il ripiano delle gestioni liquidatorie delle ex Unità Sanitarie Locali cessate al 31/12/1994); consorzi fidi (10 milioni di euro per il sostegno dei consorzi fidi, la fine di ricostruire i fondi di garanzia e le condizioni patrimoniali per favorire il proseguimento della loro operatività); interventi per le calamità naturali (7,5 milioni di euro per interventi straordinari di protezione civile, di cui 0,5 milioni per il ripristino delle opere di bonifica).
Nonostante diversa sia la natura delle tipologie di nuovi e maggiori oneri previsti dal provvedimento, la relazione tecnica rinvia per la copertura alle risorse indicate nel bilancio di previsione 2014 e pluriennale 2014-2016. Sia con riferimento alla presente legge che avuto riguardo alla legge regionale 6/2014, la Regione, in sede istruttoria, ha richiamato l’art. 20 della Legge regionale sull’ordinamento contabile, che così recita: “Le leggi regionali che prevedono attività od interventi a carattere continuativo o ricorrente determinano di norma solo gli obiettivi da raggiungere e le procedure da seguire, rinviando alla legge di bilancio la determinazione dell’entità della relativa spesa”, e l’art. 38 del D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118.
 
Stenda il candidato la relazione sulla copertura finanziaria e sulle tecniche di quantificazione degli oneri riguardo alle sopra descritte leggi regionali chiarendo, innanzitutto, finalità e oggetto del controllo della Corte dei conti. Valuti, inoltre, il candidato gli effetti, ai fini della parifica del rendiconto regionale, dell’eventuale inadeguatezza della tipologia di copertura regionale.
 
20 ottobre 2015 Tema Diritto Civile
Il contratto preliminare con riferimento all'esecuzione anticipata e preliminare di preliminare.