Corso online TAR ordinario 2019-2020 VII ed.

Acquista

Durata

fine settembre 2019* - imminenza scritto 

* sarà possibile iscriversi anche a corso iniziato con recupero di tutto il pregrsso, compiti compresi.

Presentazione

Tra pochissimi giorni sarà bandito un nuovo concorso per referendario TAR che metterà a disposizione un considerevole numero di posti. L’intenzione di bandire un ulteriore concorso era già stata palesata, oggi quest’intenzione è accompagnata dalla necessità di colmare i vuoti di organico che l’ultima procedura concorsuale non è stata in grado di colmare. Com’è noto, infatti, dei 70 posti messi a concorso con l’ultima procedura concorsuale dovrebbero esserne coperti poco più della metà.

La sconfitta è il miglior maestro di vita. Chi si è già cimentato senza successo con questo concorso non può non prendere in considerazione questa massima. Volendo fare un ragionamento di carattere generale, il deficit maggiore palesato dai candidati è quello di collegare criticamente le nozioni in loro possesso. Le tracce estratte all’ultimo concorso, infatti, non nascondevano insidie invincibili, se non quella, ardua ma superabile, del legare con un solido ragionamento gli argomenti in proprio possesso.

Il concorso a referendario TAR ha subito una modifica rilevante, infatti, nel momento in cui è stato attribuito alla commissione il potere di non procedere nella correzione degli elaborati, qualora nel procedere della correzione esamini un elaborato insufficiente. Questo, evidentemente, significa che cade quel gioco delle compensazioni che forse in passato ha avuto qualche effetto e che, di conseguenza, sono richieste competenze più omogenee ai candidati. Tra queste in particola quella di dar mostra di solida capacità di argomentazione e di critica.

Tanto premesso, tutte le lezioni redatte e le sentenze scelte seguono un rigoroso criterio di ragionamento, che è quello ordinariamente utilizzato nella stessa redazione delle sentenze. Ciò rende il materiale messo a disposizione particolarmente prezioso, non solo per quello che dice, ma anche per come lo dice.   

Condurremo, quindi, i nostri corsisti negli stretti delle molteplici riforme legislative, quelle intervenute (nuovo codice dei contratti pubblici, testo unico sulle società partecipate, modifiche alla legge generale sul procedimento, solo per citarne alcune, modifiche al codice del processo amministrativo), cavalcando gli arresti dell'Adunanza Plenaria. Individueremo per loro i mutamenti degli orientamenti giurisprudenziali, e i contrasti prima che si palesino in ordinanze di remissione dinanzi al massimo consesso della giustizia amministrativa. Valuteremo le indicazioni provenienti dalle Corti internazionali con le loro ricadute sul diritto interno. Analizzeremo i punti di frizione tra la giurisprudenza dei Giudici del Palazzaccio e quelli di Palazzo Spada.
Esamineremo i più recenti interventi della giurisprudenza civile che ha toccato istituti tradizionali, ma sempre controversi, come la compensatio lucri cum damno, il danno biologico e tanatologico, nonché le modifiche apportate all'art.2044 c.c. in tema di legittima difesa dalla L. 26 aprile 2019, n. 36.
Quanto al diritto tributario, la congiuntura politica ed economica divisa tra spinte sovraniste e vincoli europei, il disallineamento tra prelievo fiscale e qualità dei servizi, la persistente disomogeneità territoriale, il livello di pressione, il sistema di deroghe e contro-deroghe, il consolidamento di metodi di accertamento standardizzato, impongono, accanto alla riflessione sui temi generali (quali la nozione di tributo, l’autonomia territoriale, i limiti alla spesa pubblica, il potere impositivo), un approfondimento sulle garanzie che la legge riserva al contribuente, prima tra tutte quella del contraddittorio (cfr. ord. Cass. civ., Sez. V, 8.2.2019, n. 3762), presidio di civiltà giuridica; nonché sul principio di responsabilità e sugli istituti deflattivi del contenzioso, rimedio ormai normalizzato, potenzialmente idoneo a minare in radice l’equità fiscale. In ultima analisi, una riflessione sulla tenuta complessiva del sistema, posto che la tassazione resta una risorsa imprescindibile, funzionale a garantire i servizi e la ridistribuzione di ricchezza.

Spigoleremo tra le preferenze giuridiche dei commissari di concorso, accompagnando i nostri discenti in un percorso che al suo termine, li avrà cambiati, donando loro una diversa consapevolezza del diritto amministrativo.

Nel presupposto, speriamo non troppo ottimistico, che l'utente sia dotato di una buona  base manualistica, il corso vuole allora richiamare l'attenzione dello studente sulle questioni nevralgiche e sui temi di particolare attualità; ossia estrapolare, dal groviglio dei programmi, le questioni che, per la loro complessità ed attualità, e quindi in ragione della maggiore probabilità di essere oggetto delle tracce, necessitino di una specifica riflessione a fini di integrazione ed affinamento critico del bagaglio istituzionale. Solo una disamina ragionata del panorama attuale, siamo sicuri, possa intercettare quelle tematiche fondamentali tra le quali la commissione di concorso sceglie gli argomenti gli argomenti sui quali valutare la preparazione dei concorrenti.

A questo scopo, il programma di ognuna delle tre materie è scandagliato con un numero di almeno quindici  lezioni (per materia) di diritto civile,  amministrativo, e processuale amministrativo; nonché di dieci lezioni di scienza delle finanze e diritto tributario. Ogni lezione, in base ad un programma prestabilito, scrutina, in modo chiaro e ragionato, senza disdegnare le sinergie con le lezioni precedenti e successive, le questioni nodali del singolo segmento del programma.

A valle di ogni lezione, e prima della pubblicazione della lezione successiva, sono rese disponibili, raccolte in dispense tematiche, le sentenze essenziali intervenute negli ultimissimi anni

Grande attenzione è data agli elaborati che sono oggetto di correzione personalizzata assai accurata, in numero pari ad almeno cinque per ogni materia.

Per la prova pratica, consistente nella redazione della sentenza, che costituisce uno degli scogli più ardui, sono previste almeno dieci esercitazioni.

Il corso si avvale della qualificata collaborazione di un gruppo di Consiglieri di Stato.
 

Infine, con un'autopromozione, vergognosa ma convinta, come Manuali suggeriamo:
per Amministrativo
Manuale di diritto amministrativo (Dike Giuridica Editrice, ultima ed.) oppure il Compendio di diritto amministrativo (Dike Giuridica Editrice, ultima ed.), Manuale di giustizia amministrativa (Dike Giuridica Editrice, ultima ed.). Codice di diritto amministrativo commentato con la giurisprudenza ((Dike Giuridica Editrice, ultima ed.). Segnaliamo, inoltre, per la sua estrema utilità il Codice pocket del processo amministrativo commentato con la giurisprudenza (Dike Giuridica Editrice, ultima ed. di prossima pubblicazione), 

per Civile
Manuale di diritto civile (Dike Giuridica Editrice, ultima ed.);

per Tributario-Scienza delle finanze
Istituzioni di diritto tributario (UTET, ult. ed.)

Quanto ai Codici, si segnalano:
Codice Amministrativo (Dike Giuridica Editrice);
Codice Civile (Dike Giuridica Editrice);

Come complemento ai manuali segnaliamo infine i volumi di Lezioni, sentenze e schemi di diritto civile  ed amministrativo ult. edizione, edite da Dike Giuridica Editrice, esposizione ragionata del materiale giurisprudenziale.


INFO

Avv. Carmela Ruggiero
Tel: 380.7912357 
Tel: 080.5653828
(lun. – ven. /17:00 – 19:00)
avv.campanaro@libero.it
info@ildirittopericoncorsi.it

DIRITTO AMMINISTRATIVO

Amministrativo sostanziale

Il diritto amministrativo europeo
L’interesse legittimo è ancora attuale? Riflessioni alla luce della legittimazione a ricorrere e dell’interesse a ricorrere.
La tutela risarcitoria dell’interesse legittimo: profili sostanziali e processuali all’indomani del codice del processo amministrativo
Gli enti pubblici e le società pubbliche alla luce della riforma del 2016
I beni pubblici
Le autorità amministrative indipendenti con particolare riferimento al ruolo dell’ANAC.
L’accesso ai documenti amministrativi
La discrezionalità amministrativa e tecnica: profili sostanziali e processuali
Il silenzio amministrativo: le novità portate dalla l. 69/2009 e dal codice del processo amministrativo.
Dalla DIA alla SCIA alla luce del d.lgs. 216/2016
La nullità del provvedimento amministrativo ai sensi dell’art. 21 septies della legge n. 241/1990
I vizi non invalidanti ai sensi dell’art. 21 octies comma 2 della legge 241/1990
L'autotutela amministrativa e il recesso ex art. 21 sexies, l. 241/90
Il nuovo codice dei contratti pubblici
L’espropriazione per pubblica utilità e l’acquisizione del bene da parte della p.a. ex art. 42-bis alla luce della giurisprudenza costituzionale
I servizi pubblici

Amministrativo processuale

Il riparto di giurisdizione secondo il codice del processo amministrativo: questioni sostanziali e processuali.
La disciplina delle azioni nel codice del processo amministrativo
Il principi generali del processo amministrativo
Competenza territoriale, funzionale e regolamento di competenza alla luce del secondo correttivo
La notifica del ricorso e i problemi relativi all’integrità del contraddittorio
Lo svolgimento del processo di primo grado
Mezzi di prova e disciplina dell’istruttoria
La definizione del giudizio di prime cure e le pronunce adottabili ai sensi dell’art. 60 e 74 del codice del processo amministrativo
L’esecuzione del giudicato. Ottemperanza
La tutela cautelare
Il rito speciale ex art. 119 e 120 c.p.a. con particolare riferimento al rapporto tra annullamento dell’aggiudicazione, declaratoria di inefficacia del contratto, subentro nel contratto e tutela per equivalente
Gli altri riti speciali: accesso, silenzio, contenzioso elettorale

DIRITTO CIVILE

 
Obbligazioni in generale 1 (principi generali: fonti, buona fede, contatto sociale)
Obbligazioni in generale 2 (La responsabilità da inadempimento con particolare riferimento a quella professionale: medico, banca, intermediario finanziario)
Obbligazioni in generale 3 (Il danno da inadempimento: chance e compensatio lucri cum damno)
Obbligazioni in generale  4 (Obbligazioni pecuniarie, anatocismo, usura)
Obbligazioni in generale 5 (Le vicende del rapporto obbligatorio: modificazioni soggettive e cause di estinzione)
Obbligazioni da fatto lecito
Responsabilità aquiliana 1: Profili generali (ingiustizia e funzione del risarcimento. I danni punitivi. La legittima difesa dopo la L. 26 aprile 2019 n. 36)
Responsabilità 2: Il danno non patrimoniale (danno biologico e tanatologico dopo la giurisprudenza del 2018 e 2019)
Responsabilità 3: Le singole fattispecie di responsabilità aquiliana
Il contratto 1 (Il sindacato sull'autonomia negoziale e l’avvento della causa concreta);
Il contratto 2 (La fase preparatoria e la conclusione del contratto)
Il contratto 3 (La patologia del contratto e i rimedi alle sopravvenienze)
Il contratto 4 (La tutela del contraente debole: consumatore e imprenditore. La nuova class action dopo la riforma del 2019)  
I singoli contratti
I diritti reali
Persone, famiglia e successioni

DIRITTO TRIBUTARIO/SCIENZA DELLE FINANZE

Le fonti del diritto tributario.
Costituzione, principi comunitari e Statuto del contribuente.
La riserva di legge, la capacità contributiva e la progressività.
Le Autonomie tributarie e il nuovo federalismo fiscale.
Efficacia della norma tributaria nello spazio e nel tempo. In particolare la retroattività.
L’interpretazione della norma fiscale e il ruolo dell’Amministrazione finanziaria. In particolare le circolari e l’interpello.
L’analogia: presupposti e limiti.
L’elusione fiscale e le relative misure di contrasto.
L’evasione fiscale.
Il rapporto tributario.
La potestà amministrativa di imposizione e le garanzie procedimentali. Applicabilità della legge generale sul procedimento (n. 241/90).
Accertamento e discrezionalità degli uffici.
Avviso di accertamento: natura giuridica, requisiti e contenuto. Obbligo di motivazione ed integrabilità in giudizio.
Il potere di annullamento.
Moduli consensuali nell’accertamento fiscale.
I soggetti passivi dell’obbligo tributario.
La solidarietà. In particolare il responsabile ed il sostituto di imposta.
I controlli fiscali. La riscossione e i rimborsi.
Le sanzioni.
Il contenzioso tributario.
I tributi locali.
Cenni di scienza delle finanze.

Tutti gli importi sono comprensivi dell'I.V.A.

  • Per i nuovi iscritti Unica soluzione 1500 € i.i.
  • Per gli iscritti ad altri nostri corsi online Unica soluzione 1300 € i.i.
  • Per gli iscritti alle precedenti edizioni del corso TAR Unica soluzione 1200 € i.i.

Consulta le FAQ per avere una rapida risposta alle tue domande

Domande generali
Corsi on line
Correzione temi