Cumulo di domande dinanzi al Giudice di Pace e decisione secondo diritto

 

Cassazione Civile,  Sezione III  ordinanza del 14 settembre 2007, n. 19291

Esigenze di coerenza logico-giuridica postulano che -  allorquando dinanzi al Giudice di Pace si verifica un cumulo di domande alcune delle quali impongono una decisone secondo diritto, altre secondo equità – la decisione sia presa sempre secondo diritto, sicché la relativa sentenza non è più ricorribile per saltum in Cassazione ma va gravata dinanzi al Giudice dell'appello.

Per leggere la sentenza intera e la nota d'autore occorre essere un utente registrato.
Prova a effettuare il login oppure registrati
Accademia Juris Diritto Per Concorsi s.r.l. Unipersonale - P.I.: 06494910729
Registrato il 20.10.2006, presso il Tribunale di Bari al numero 57 - copyright 2006 - 2018